Coronavirus, ultime notizie. Usa, 35mila casi in un giorno, record da aprile. Annullate maratone di New York e Berlino. Italia: Cts dice no alla ripresa del calcetto – Il Sole 24 ORE

Fondi: +5,45 mld raccolta maggio (da +2mld), patrimonio sale a 2.210 miliardi

Il risparmio gestito accelera a maggio, dopo il risveglio di aprile dallo shock coronavirus. La raccolta netta dell’industria del mese scorso è positiva per 5,45 miliardi di euro, da +2 miliardi nel precedente e dopo -8,7 miliardi a marzo. Come emerge dalla mappa mensile di Assogestioni, il patrimonio gestito a fine maggio ammontava a 2.210 miliardi, in crescita dai 2.178 miliardi di aprile. Maggio è stato nuovamente favorevole per le gestioni collettive, che segnano +3,2 miliardi, anche se la performance è meno brillante di aprile (+5,9 mld), con i fondi aperti a +2,9 miliardi (dopo +5,7 mld) e i fondi chiusi a +272 milioni (dopo +195 mln).

Flussi positivi anche per le gestioni di portafoglio, che registrano +2,2 miliardi dopo -3,9 miliardi in aprile, con il retail a +348 milioni (dopo +105 mln) e i mandati istituzionali che rimbalzano a +1,9 miliardi da -4 miliardi. Da inizio anno, tuttavia, il saldo complessivo di raccolta dell’industria resta negativo per 4,6 miliardi (-1,7 mld e -2,8 mld per i due segmenti rispettivamente), sotto il peso dell’andamento dei primi tre mesi e in particolare di marzo. A maggio, invece, sull’onda della ripresa dei mercati favorita dai mega interventi delle istituzioni e probabilmente anche della fine del lockdown per il graduale recedere dell’epidemia, trova conferma un ritrovato appetito per il rischio. I risparmiatori hanno fatto rotta, infatti, soprattutto sui fondi azionari, che segnano una raccolta netta di +3 miliardi, dopo +2 miliardi in aprile.

L’entusiasmo si è decisamente smorzato, invece, per gli obbligazionari (+340 milioni dopo +2,2 miliardi) e i flessibili si arenano nuovamente in territorio negativo con -66 milioni dopo +250 milioni. I bilanciati tengono la velocità di crociera con +246 milioni, dopo +493 milioni e sono anche gli unici tra i fondi di lungo termine a poter vantare un saldo di raccolta positivo da inizio anno con +1,5 miliardi. Profondo rosso, invece, al giro di boa di maggio per i flessibili che sui 5 mesi segnano -7,3 miliardi e per gli obbligazionari che sono a -4,9 miliardi, mentre gli azionari registrano -887 milioni. Va sotto la linea di galleggiamento la raccolta netta mensile dei fondi monetari (-653 milioni dopo +846 milioni), che però possono vantare +8,4 miliardi da inizio anno. I fondi di diritto italiano segnano complessivamente a maggio una raccolta netta negativa per 100 milioni dopo +87 milioni in aprile, a un totale di -2,3 miliardi da gennaio. Per i fondi esteri il mese si traduce in flussi netti per +3 miliardi, dopo +5,6 miliardi, a complessivi -1,1 miliardi da inizio anno.

Per approfondire: Così il lockdown ha gonfiato i conti correnti degli italiani

Source: ilsole24ore.com

Geef een reactie