Coronavirus, ultime notizie: in Italia 8 morti nelle ultime 24 ore, il dato più basso – Fanpage.it


“Non diciamo sempre no, però dobbiamo avere chiaro che il virus sta ancora circolando. E non possiamo da una parte imporre mascherine e distanze all’operaio quando lavora, poi lasciarlo libero di avere contatti ravvicinati durante una partita di calcetto. Però un’apertura si può avere se si trovano meccanismi per garantire la salute di chi gioca, stiamo dialogando anche su questo con le Regioni. Siamo anche molto preoccupati per le immagini di assembramento della movida, il giovane si sente invincibile e il Coronavirus, statisticamente, spesso non ha su di lui effetti gravi, ma se si contagia poi quando va a casa infetta i genitori, i nonni, i più anziani e fragili”. Così Agostino Miozzo, dirigente della Protezione civile e coordinatore del Comitato tecnico-scientifico, in una intervista al Messaggero sullo stato dell’arte dell’epidemia in Italia (e conseguenti decisioni).

“Noi dobbiamo fare valutazioni di carattere tecnico, sanitario, epidemiologico – ha sottolineato Miozzo -. Le portiamo alle valutazione del governo e delle autonomie locali, che devono decidere”, anche perché “temo molto l’impatto psicologico di eventuali nuove chiusure. In linea di massimo è vero che i nuovi casi sono meno gravi, perché riusciamo ad affrontarli per tempo e curarli meglio. Ma se l’epidemia andasse di nuovo fuori controllo e fossero necessarie nuove chiusure, il contraccolpo psicologico sarebbe devastante. Devo dire che la sensibilità dell’opinione pubblica e la collaborazione della gente ci sono; si è compreso, ad esempio, che l’obbligo della mascherina al supermercato è una indicazione di auto tutela e di tutela degli altri”.

Source: fanpage.it

Geef een reactie