Coronavirus, ultime notizie da Torino e dal Piemonte – Corriere della Sera

Ore 15:56 Nei rifugi alpini ed escursionistici del Piemonte non ci sarà più l’obbligo di usare il sacco pelo e la distanza interpersonale nei pernottamenti scende a un metro. Lo prevedono le nuove linee guida approvate dalla giunta regionale, su proposta degli assessori alla Sanità Luigi Icardi e alla Montagna Fabio Carosso, «Tuteliamo uno dei principali attori economici e culturali delle nostre montagne – sottolinea il presidente della Regione Alberto Cirio -. Dal rifugio simbolo Capanna Margherita, con i suoi 4.554 il più alto d’Europa, sono molti i rifugi che senza la nostra regolamentazione non avrebbero potuto aprire o garantire un servizio adeguato». Le disposizioni nazionali «non tenevano conto della specificità dei rifugi d’alta quota e non ne garantivano l’operatività – aggiunge Carosso – in Piemonte i rifugi rappresentano un punto di riferimento fondamentale, non solo a livello turistico ma come garanzia di sicurezza. un luogo in cui dare soccorso e riparo a chi è in situazione di pericolo».

Ore 8 Dall’ultimo monitoraggio sulla Fase 2 del ministero della Salute e dell’Istituto superiore di Sanità emerge un aumento dell’Rt, il tasso di contagiosità della malattia: è salito da 0,56 a 0,69. Ancora lontano dalla soglia critica di 1, ma è un chiaro segnale che l’epidemia non è finita. La dimostrazione è la presenza di almeno tre nuovi focolai. L’ultimo è quello della Val d’Ossola. Qui ci sono 13 nuovi positivi, ma la Asl è in attesa dell’esito di altri tamponi. Sono tutti lavoratori frontalieri. Si aggrava invece la situazione nella Rsa Madonna del Pozzo di San Salvatore Monferrato. In una settimana i casi positivi sono raddoppiati: gli anziani ammalati sono 16, 10 gli operatori, già 3 i deceduti sempre tra gli ospiti. Un altro focolaio si sarebbe verificato nel Novarese. Qui, nella settimana dal 17 al 23 giugno, la Fondazione Gimbe segnala 11 casi in più rispetto a quella precedente. Quanto basta per lanciare l’allarme. La Regione non ha, comunque, rilevato situazioni di particolare criticità nella zona.

27 giugno 2020 | 12:23

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Source: torino.corriere.it

Geef een reactie