Agrigento, sit in di solidarietà per Carola davanti al tribunale: ‘Salvare vite non è reato’ – La Stampa

“Salvare vite in mare non è reato”. Lo dicono i manifestanti arrivati davanti al tribunale di Agrigento dove è interrogata Carola Rackete, la comandante della Sea Watch indagata per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e resistenza a nave da guerra. “Ha avuto coraggio, mi emoziona che abbia l’età di mia figlia”, dice una signora. Presente anche il gruppo locale di Amnesty International.

Go to Google news




Share:

Geef een reactie

Het e-mailadres wordt niet gepubliceerd. Vereiste velden zijn gemarkeerd met *